In Primo Piano

In Primo piano

23 Maggio - "Giro del Varesotto" - 1° tappa Besnate

buone corse a tutti !

Promemoria per tutti i tesserati Fidal:

Attenzione, si ricorda che bisogna consegnare alla Società copia ORIGINALE del certificato per l'agonismo rilasciata dal centro di medicina dello sport.

sabato 2 novembre 2013

MURO DI SORMANO

Ciao a tutti,
anche questa volta mi fa piacere rendervi partecipi di una bellissima uscita d'allenamento che io, Fabio e Maurizio abbiamo quasi improvvisato per la giornata di sabato.
Infatti, considerando gli impegni, i programmi di ognuno e le condizioni meteo di domenica, in alternativa al previsto trail di Daverio, abbiamo optato per un allenamento collinare, misto nelle zone di Caglio, Asso sopra ad Erba, straconociute da Maurizio avendoci trascorso tanti anni della sua spensierata gioventù e in effetti ci ha dimostrato di conoscere ogni sasso del percorso, ogni alternativa e ogni scorciatoia sempre utile in caso di stanchezza. Ma lo scopo principale della nostra uscita era salire sul leggendario MURO DI SORMANO e già il nome fa intuire quali possono essere le sue caratteristiche : lunghezza km 1.700, pendenza minima 5% (pochi metri) massima 25% media del 17% dislivello circa m.280. Numeri da paura che soprattutto i ciclisti, anche professionisti, conoscono bene facendo parte del Giro di Lombardia e campo d'allenamento per emozioni e stress forti. Pensate che sull'asfalto per tutto il percorso sono indicate le variazioni di altitudine metro per metro ciò significa che massimo ogni 5 metri ( 20% di pendenza) si trova  una variazione ma in alcuni tratti i metri sono 4 ( 25%) o qualcosa meno. Tempo di percorrenza dei ciclisti 20 minuti, il nostro 17' 30".
Una nota di merito straordinaria va fatta al grande Fabio che quasi in assenza di allenamento da 20 gg, lo ha corso tutto e pure chiaccherando con Maurizio, non a caso lo chiamiamo " Maestro" mentre io chiuso nel mio mutismo risparmiavo le forza e il fiato essendo pendenze per me tanto impegnative ma alla fine tutti e tre lo abbiamo superato.
Breve ristoro e poi giù per una splendida e corribile discesa in mezzo al bosco corsa senza forzare molto l'andatura dovendo smaltire un pò di fatica del muro, poi altri 7/8 km tra asfalto e castagneti fino a scendere una ripida e tortuosa strada che avrebbe dovuto riportarci da lì a breve alla macchina.
Ma giunti al termine cosa si inventa il super allenato Mauri ? "Perchè non facciamo una ripetutina e la risaliamo ?
Breve sguardo un pò perplesso tra me e Fabio ma poi, ovviamente, tutti concordi si riparte.
Quasi peggio del Muro di Sormano, più corto, m 600 ma con pendenze che sui tornanti superavano il 30%, dopo 3' 50" siamo in cima. Grandi !!!
Beh ora basta torniamo alla macchina non senza aver fatto ancora una breve variazione per far rivedere al nostalgico Mauri la sua vecchia casa di campagna e di bisboccia.
Cos'altro dirvi, concludo con la mia solita frase che però è diventata la nostra filosofia sportiva e cioè "stanchi ma felici" sia per aver condiviso una giornata tra veri amici, sia per averlo fatto in un ambiente straordinario e naturale, senza cronometro ma solo ascoltando le nostre sensazioni e cercando di godere di ogni positività che il contesto ci offriva.
A presto e buone gare a tutti.



4 commenti:

Roberto ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Roberto ha detto...

O parcapuzz.... ma vi dimenticate sempre del sottoscritto!!! Comunque non potevo, porca miseria.
Vi invidio per il divertimento che però avete voluto condividere.
Grazie e spero di accompagnarvi la prossima volta.
Roberto.

Luis ha detto...

MITICI! Siete i miei Supereroi!

...psst psst... non è che mi passate il nome di qualche sostanza dopante?

ciao luis

Valerio ha detto...

Ciao Luisella, vedo che ci hai scoperti, ok ti informerò presto, guardiamo in negozio e ti passo qualche sostantina....
a presto