In Primo Piano

In Primo piano

23 Maggio - "Giro del Varesotto" - 1° tappa Besnate

buone corse a tutti !

Promemoria per tutti i tesserati Fidal:

Attenzione, si ricorda che bisogna consegnare alla Società copia ORIGINALE del certificato per l'agonismo rilasciata dal centro di medicina dello sport.

domenica 26 aprile 2015

CAMMINATA PER FABIO







 Si' ci manchi tanto però ora sappiamo dove venirti a trovare per continuare a correre insieme.
                                                     CIAO FABIO

martedì 21 aprile 2015

Lago Maggiore Half Marathon - 19-04-2015

Ciao,

di seguito i risultati dei nostri atleti alla mezza di Domenica scorsa sul Lago Maggiore:



Bravissimi.

A breve verrà aggiornata la classifica del campionato sociale per Max Grigio e Davide.


Ciao.

domenica 19 aprile 2015

5° Moteregio Trai - by Fipilli

Con molto piacere pubblichiamo suo commento alla gara di stamattina:

Oggi, Domenica 19 Aprile, è stata sicuramente una giornata impegnativa  per molti di noi.
Già alle 5:56 arriva il 1° whatsApp di Carlo Sozzi per dare la sveglia agli atleti della mezza del lago Maggiore a cui via via rispondono gli altri partecipanti.
Ciò che però mi colpisce è l’augurio per una” buona gara “ lanciato da Max biondo alle 5:58.
Ma che cavolo ci fa sveglio a quell’ora ?
Anche Valerio non scherza : 6:12 .Mah ? Tutti insonni ?
Comunque anche per me sveglia presto : 6:45 anche se la mia gara è alle 10:00 .Preferisco  prepararmi e fare colazione con calma.
Arrivo a Fara Novarese alle 8:25 , ritiro pettorale , assisto alla partenza della 47 Km e poi via a preparami .
Alla partenza siamo in circa 230; 224 saranno poi gli atleti che termineranno la gara corta.
Gara che mi è molto piaciuta, su e giù per le colline Novaresi ,con una partenza subito in forte salita, in un bel pratone che farà poi d’arrivo , ovviamente in forte discesa.
Come gara mi ricorda molto la VWT di Sondrio e la Morazzone Trail
Mi ricorda la VWT perché come a Sondrio abbiamo attraversato in su ed in giù moltissime vigne , senza però ( per fortuna ) avere i gradoni incontrati durante quella gara.
Mi ricorda anche la MORAZZONE TRAIL perché il forte temporale notturno ha reso molto viscido e fangoso parte del tracciato ( anche se molto meno rispetto all’altra trail ) , perché come in quella gara abbiamo dovuto percorre un tratto in discesa molto scivoloso attaccati ad una fune ed ultimo ma non meno importante anche perché abbiamo attraversato 2 ruscelli con acqua abbastanza gelida.
( nella MORAZZONE TRAIL furono ben 8 ! )
Dimenticavo , poco dopo la partenza abbiamo attraversato per 200 / 300 metri un fitto canneto.
Molto caratteristico. 
Comunque da GPS :
21780 m. / 2:15’:11” / passo 6’:13”
89° arrivato su 224 ( 84° solo maschi )
D+ : 370 m
D - : 364 m.
Quota minima : 209 m
Quota massima : 294 m.


Gianluigi Fipilli

giovedì 16 aprile 2015

RUANDA - 15-04-2015



Ciao,

volevo postare un breve commento di ringraziamento per la bella e massiccia partecipazione  all’evento di ieri sera presso la tensostruttura.
Io e Massimo temevamo una scarsa presenza visto il poco tempo avuto a disposizione per organizzarlo ma devo dire che grazie a tutti i partecipanti, invece, si è trattata di una esperienza umanamente positiva e costruttiva.
Personalmente ritengo che le accorate e schiette parole della Sig.ra Gianna e di Gabriel Mazimpaka dovrebbero aver fatto comprendere a tutti noi presenti quanto difficile sia la situazione in un mondo “diverso e lontano” dal nostro, dove le parole Aiuto e Bisogno hanno un significato forse più concreto di come lo intendiamo alle nostre latitudini.

L’articolo allegato (tratto dal Foglio di Parabiago) è a mio parere significativo.


Ovviamente queste poche righe non vogliono essere ne un predicozzo e neanche una morale, perché ritengo che nessuno di noi ne abbia bisogno, ma solo un invito a fare ancora di più:
quello che per noi è superfluo ci è stato spiegato che da “loro” è determinante per la corsa, la scuola, la salute…"la vita quotidiana".

Abbiamo ancora tempo a disposizione e quindi forza anzichè buttare del materiale dismesso in un cassonetto della “monnezza”, a Vercelli c’è un container che partirà a Settembre per il Ruanda: cerchiamo di riempirlo anche con l’aiuto di amici e conoscenti al di fuori dell’atletica.

Fine.

Ciao.

Admin.

Ps.: voglio ringraziare Alessandro Colombo del Par di Canegrate per averci fatto compagnia e per aver preso a cuore l’iniziativa: pensa di proporre alla sua società l’istituzione di un punto di raccolta durante la loro gara del 17 Maggio.

PPSS: ringrazio la Sig.ra Gianna per avermi “torto” il collo alla fine della serata: la “scrocchia” d’ossa ha fatto eco all’interno del pallone per qualche secondo, he, he, he… e stanotte ho dormito pure bene. (riciao, Roberto)

martedì 7 aprile 2015

Filippide, un emerodromo nato

Ciao,

copio e incollo dal sito della Fidal.
A me è piaciuta un sacco.
A dopo per i Vs. commenti.

Ciao.

ADMIN:



04 Aprile 2015

Tra storia e fantasia, il racconto (con un finale assolutamente inedito) dell'avventurosa vicenda del leggendario soldato ateniese che di corsa portò in patria la notizia della vittoria della battaglia di Maratona
 
di Giorgio Cimbrico
“Mamma, vorrei fare l’emerodromo”. “Ma caro, ci vogliono buone gambe e tu a volte non vuoi neanche andare al tempio per portare l’offerto ad Atene, nostra protettrice e patrona. E dire che è lì, a quattro stadi da casa nostra”.
“Hai ragione, sono un pigraccio, ma da quando ho parlato con Eucle, ho capito che fare l’emerodromo fa al caso mio: fichi del Peloponneso, miele di Tessaglia, formaggio di Chio, è quello che tocca. Mamma, ho diciotto anni, devo pensare al mio futuro. E poi, ci sarebbe anche qualcos’altro… Per gli emerodromi le ragazze stravedono. E quando l’ho accennato a Ictina, quella ha cominciato a farmi gli occhi dolci”.
“Fai tu, ormai sei adulto. Ma ricordo che quando ci provò Tirsi, quello che abita qua dietro, tornò a casa con le ciocche ai piedi e calli che lo facevano urlare. Ora vende verdura. Altro che emerodromo”.
“Ma io quello voglio fare, ho già cominciato ad allenarmi con Tersippo. E Eucle può metterci una buona parola: lui è già nell’esercito da tempo ed è stato proprio lui a dare una mano a Tersippo perché lo prendessero”.
 “E va beh, prova. Al massimo finisci come Tirsi. Io comincio a metter via un po’ di olio di Locri da spalmarti sulle piante”. “L’olio di Locri è meglio sul pane. Comunque, domani comincio e così sarebbe bene che stasera mi tenga leggero. Cos’hai preparato?”. “Capra cotta nel suo grasso”. “Va be’, faccio uno strappo, ma è l’ultimo. E’ una di quelle capre di Amaroussi?”. “Eh, sì, quelle che alleva Falocio”. E Filippide si servì di un cosciotto e, già che c’era, anche di un po’ di frattaglie che gli piacevano tanto. Stava per cominciare la sua carriera di emerodromo, messaggero a piedi. La posta celere di quel tempo.

CAMMINATA RICORDO PER FABIO

Ciao a tutti,
con la presente sono a darvi i particolari riguardo la prevista camminata in ricordo di Fabio Mangoni.
La data sarà dunque domenica 26 aprile e il luogo sarà Sacro Monte con arrivo alle Tre Croci.
Questo luogo è stato scelto per dar modo a chiunque di scegliere liberamente che percorso effettuare e quanto camminare, pensando e venendo incontro anche ai meno allenati e in particolare, tutti avranno diverse possibilità :
1) Partire dall'inizio del percorso delle Cappelle, impegnativo con tempo stimato di circa 1h15'
2) Arrivo con la macchina al piazzale del paese di Santa Maria del Monte, meno impegnativo con tempo stimato di circa 40'/45'
3) Arrivo con la macchina all'ultimo parcheggio per l'osservatorio (a circa 10 km da Varese) a Campo dei Fiori non impegnativo con tempo stimato di circa 10'.

Per il pranzo ci potrebbe essere la possibilità di prenotare in un ristorante presso il piazzale di Santa Maria del Monte ma per far questo serve la vostra adesione il più presto possibile che potrete comunicare a Valerio oppure rispondere a questo post nella sezione "commenti"oppure potremo fare la colazione "al sacco" cioè con dei sani panini !

Partenza da piazza mercato per le ore 9.30
In caso di brutto tempo la camminata potrebbe essere rimandata.

Resto in attesa di vostre comunicazioni.
Grazie e ciao


giovedì 2 aprile 2015

Gianluca Bidoli

Ciao a tutti,

queste poche righe per omaggiare un Ns. compagno di merende ai più ignoto:

Gianluca Bidoli.

Il malandrino si è permesso il lusso di completare la 60km  di Seregno del 22 Marzo scorso in 4h36'40" alla notevole media di 4'36" al KM.

Si è classificato 11° assoluto e 10° dei maschietti.



Di seguito i suoi parziali:

0 – 20 km 1h28’31” media 4’25”
20 – 40 km 1h30’21” media 4’31”
40 – 60km 1h37’49” media 4’53”

Bravissimo e complimenti per l'impresa.

Conoscendolo (poco, purtoppo), sicuramente minimizzerà quanto compiuto adducendo problemi di salute, di scarso allenamento... c'è stato il terremoto, l'alluvione, le cavallette... (cit. John Belushi, the Blues Brothers) e che quindi avrebbe potuto fare di meglio!!!

Ah, dimenticavo, non abbastanza stanco chiede se qualcuno di noi farà la maratona di Milano...

Ricomplimenti.


Vabbè, ciao e buone corse a tutti Voi... che potete, mannaggia!!!

Admin.

 


mercoledì 1 aprile 2015

Scusate il ritardo............



29 marzo 2015, come suggerisce Pino: Io c'ero alla Stramilano Internazionale 2015.
Ottima giornata di primavera,  anche troppo calda. Arrivo in Piazza Castello, in tempo per vedere transitare la coda della Stramilanina, poi 15 minuti dedicati al riscaldamento.
La corsa partirà con qualche minuto di ritardo per permettere il defluire  degli ultimi partecipanti della 10 km. PUNTUALISSIMA entro in griglia, in 6500 circa attendiamo il colpo di cannone e via si parte. Tanta gente lungo tutto il percoso, grande tifo, sopratutto dai reduci della corsa precedente, dopo la loro fatica, applaudivano e incitavano tutti. In Corso Sempione da protagonisti si diventa spettatori per Il passaggio dei campioni al giro di boa, posso solo applaudire, non spreco fiato, mi serve per la gara.
Sosta obbligata ad ogni rifornimento e spugnaggio, fa veramente caldo. A proposito di rifornimento, nota dolente ...solo acqua e gatorade, nient'altro! Uno zuccherino....una bananina...... Forse forse i fedeli Milanesi usciti da messa si sono fermati prima di me per l'aperitivo?... dubito!
Fino al 12 km riesco a mantenere un passo costante, ma poi devo mollare un pò.
Questa è stata la mia 4 mezza, non sono ancora riuscita a migliorare la prima prova, quindi bisogna lavorare meglio..ci proverò. Vi segnalo la grande prova di Daniele D'onofrio, 6° assoluto e 2° italiano con il tempo di 1.05, io arrivo 1 ora dopo 2.04..........scusate il ritardo