In Primo Piano

In Primo piano

23 Maggio - "Giro del Varesotto" - 1° tappa Besnate

buone corse a tutti !

Promemoria per tutti i tesserati Fidal:

Attenzione, si ricorda che bisogna consegnare alla Società copia ORIGINALE del certificato per l'agonismo rilasciata dal centro di medicina dello sport.

mercoledì 3 giugno 2015

100km del passatore - by Gianluca Bidoli

Ciao Amici,

pubblico volentieri il resoconto del Passatore di Gianluca.
Purtroppo è stato costretto al ritiro dopo 40km.

Buona lettura e forza Gianluca.

Ciao.

Roberto.


"Ciao Roberto,

Grazie per i complimenti. Fanno sempre piacere. Questa corsa ho preso ad amarla follemente. Merita anche un sola visita come spettatore, per capire che cosa è e perché tutti, almeno quelli che sono cimentati fino alla maratona, desiderano correrla.
Per quanto mi riguarda quest’anno, credevo di poter fare un gran bel tempo dopo tutti i km fatti. 5.600 da Ottobre fino a Venerdì 29 (ciclismo e nuoto compresi, sai che fondamentalmente sono un triatleta). Si perché anche Venerdì mattina prima di mettermi in macchina, ho corso ancora un po’. 5 km per sgranchirmi e non arrivare troppo scarico.
Morale, Venerdì tutto perfetto: viaggio tranquillo senza code, sistemazione confortevole, ritiro pettorale liscio come l’olio, pasta party ottimo, buona dormita. Sab come giorno precedente : parcheggio auto perfetto in zona partenza Pullman, imbarco rapido, viaggio tranquillo e spedito. Morale; cosa si può pretendere di più alla vigilia di un impegno così.
Partenza h 15. Sono nelle prime fila. Ci metto un attimo a liberarmi di un po’ di concorrenti fuori posto, tra le balle senza troppi giri di parole, e volo verso la collina di fiesole che spiano letteralmente con un passo potente (mi sono fatto il mazzo a Castiglione Olona sotto la pioggia per essere così brillante in questo esercizio). Per farla breve, ristori passati puntualmente alternando acqua, sali e malto destrine liquide e in un attimo sono a Borgo San lorenzo 31,5 km in 2h29’ con soli 2’ in più rispetto al 2011, quando ho fatto il personale in 8h27’. Proseguo abbastanza spedito tornando a salire di nuovo e seriamente e corro sempre meno in spinta fino al 40 dove giungo in 3h11’, se non ricordo male e dove inizia il calvario. Qui, inizia la salita cattiva di 8 km che porta in cima alla Colla. E da qui in avanti notte fonda. Smetto di correre e comincio a camminare e passo dopo passo, comincio a trascinarmi. Un vero calvario. Completamente svuotato e consumato. Arrivo in cima in 5h01’. Comunque, meglio dell’anno scorso e decido di abbandonare poiché la testa e il fisico non ne vogliono più sapere. Un freddo becco. Salgo sul Pullman ritirati dove ci sto per oltre tre ore, prima di arrivare a Faenza, e ce ne metto, nel frattempo, due per scaldarmi, grazie ad una provvidenziale coperta offerta dalla perfetta e collaudata macchina organizzativa, e a far passare la nausea da sforzo.
Morale credo di aver ciccato clamorosamente l’alimentazione. Nel 2011 mi sono alimentato anche con cibi solidi. L’altro giorno no e forse è stato questo il grave errore commesso. Muscolarmente sono a posto. Oggi sono già uscito in bici per una 40na di km tranquilli e domani corricchio.
Altro dato impressionante, persi 1,5/2 kg in 5 h. Adesso sotto con la seconda parte della stagione dedicata al triathlon e subito con la pianificazione per il nuovo e speriamo vittorioso assalto al passatore 2016.
Spero che per quel giorno, io possa trovare qualche amico curioso di farsi un giro e seguirmi durante la gara. A presto. Ciao.

Gianluca"

2 commenti:

Unknown ha detto...

un grande BRAVO comunque.dispiace sempre doversi ritirare,però si pensa subito alla prossima.capisco il calvario quando la testa e le gambe non ci sono più. caro collega podista ricomincia subito per la prossima MEDITANDO DOVE QUALCOSA NON é ANDATA BENE. ALLA PROSSIMA

Valerio ha detto...

Già solo pensarla, prepararla e iniziare quella durissima gara bisogna essere dei grandi, ritirarsi è una scelta obbligata ma intelligente degna di un grande atleta. Bravissimo